Le suggestioni musicali

20 - Teatro Tartini

Il Teatro Tartini è uno dei monumenti principali della cultura cittadina a Pirano. Il lungo dominio della Repubblica di Venezia lasciò in questa città un segno indelebile, mentre solo gli ultimi decenni del XIX secolo, con lo sviluppo dell'industria e l’espansione economica, portarono a più estesi interventi edili nel borgo medievale. A quel tempo, l'antico porto (il mandracchio) venne interrato e fu creata una nuova piazza centrale; sulla costa fu ampliato il porto esterno e realizzata una diga frangiflutti con materiale di riporto. Nella nuova area di espansione urbanistica che si stava delineando, sorsero gradualmente nuovi edifici di rappresentanza, tra cui anche il teatro. L'iniziativa per la sua costruzione all'inizio del XX secolo fu anche legata al rapido sviluppo del turismo nella vicina Portorose, che da un modesto insediamento si trasformò in una località di villeggiatura mondana.

L'edificio fu quindi costruito nel 1910, ai tempi della monarchia asburgica e nel periodo in cui le novità del fin-de-siècle cominciarono a sostituire le forme di ispirazione classica. L’edificio rappresenta, di fatto, un intreccio di stili senza nette demarcazioni. Il teatro fu ristrutturato più volte; l’intervento più recente risale al periodo tra il 1998 e il 2000. Tra gli elementi di pregio spicca soprattutto il soffitto della sala, diviso in quattro segmenti al centro dei quali è dipinto un piedistallo con figure femminili – muse o dee greche, protettrici delle scienze e delle arti. L’arco del grande proscenio è ricco di decorazioni geometriche, vegetali e figurali; attorno alla sala scorre una galleria a due piani con loggioni e palchi.